Image Image Image 01 Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Rifugio Massimo Mila

Scroll to Top

To Top

NEWS SPORTIVE

CIASPOLATE A CERESOLE REALE INVERNO 2015

Jervis

SCOPRI I PROSSIMI APPUNTAMENTI SULLA NEVE INSIEME ALLE GUIDE NATURALISTICHE

CLICCA PER VISUALIZZARE LE ESCURSIONI ORGANIZZATE DA ALESSANDRA

OPPURE SCEGLI LE PROPOSTE DI NATURALP:

GENNAIO
Sabato 17 Gennaio
“LUNA DI NEVE ”( Ceresole reale)
La notte, i passi delle ciaspole sulla neve soffice, il piacere di rientrare al caldo
nell’intimità raccolta del rifugio, il cibo con un sapore diverso, più intenso .
Ciaspolata notturna con cena di montagna
Ritrovo: ore 17,30 presso il bar “Lo sciatore” Chiapili di sotto Ceresole Reale
Rientro: ore 20,30 circa per la cena presso una struttura convenzionata della zona.
Costo: escursione € 10,00; cena € 15,00 (facoltativa) € 5,00 noleggio ciaspole e
bastoncini per chi ne è sprovvisto
Info e prenotazioni : info@naturalp.it o 3403653595

Domenica 18 Gennaio
“DUE PASSI SULLA NEVE E POI… LE GAMBE SOTTO IL TAVOLO”( Ceresole reale)
Tutto bianco, tanta luce, l’aria che pizzica il naso, sensazioni morbide e pungenti allo
stesso tempo, il corpo che si muove all’aria . Poi il caldo, un sano appetito e qualcosa di
buono da gustare. Ciaspolata mattutina con pranzo di montagna
Ritrovo: ore 10,00 presso il bar “Lo sciatore” Chiapili di sotto Ceresole Reale
Rientro: ore 13,00 per il pranzo presso una struttura convenzionata della zona.
Costo: escursione € 10,00; pranzo € 15,00 (facoltativo) € 5,00 noleggio ciaspole e
bastoncini per chi ne è sprovvisto
Info e prenotazioni : info@naturalp.it o 3403653595

“CIASPOLATA DEI GOLOSI” ( Ceresole reale)
Il paesaggio innevato, la luce brillante del primo pomeriggio, voglia di sgranchirsi le
gambe, le guance che diventano rosse, tutto soffice. Poi il caldo, ora più apprezzato e
una merenda speciale davanti al fuoco. Bella ciaspolata con degustazione di dolcetti
canavesani.
Ritrovo: ore 14,00 presso il bar “Lo sciatore” Chiapili di sotto Ceresole Reale
Rientro: ore 16,30 per la merenda presso una struttura convenzionata della zona.
Costo: escursione € 10,00; merenda € 5,00 (facoltativa) € 5,00 noleggio ciaspole e
bastoncini per chi ne è sprovvisto
Info e prenotazioni : info@naturalp.it o 3403653595

“LE CIASPOLATE DEL MERCOLEDI’” ( Ceresole reale)
Gli altri lavorano e noi NO. Ciaspolata relax con il lusso della montagna deserta, tutta
per noi. Pranzo facoltativo.
Ritrovo: ore 10,00 presso il bar “Lo sciatore” Chiapili di sotto Ceresole Reale
Rientro: ore 13,00 per il pranzo presso una struttura convenzionata della zona
Costo: escursione € 10,00; pranzo (facoltativo) € 15,00 ,€ 5,00 noleggio ciaspole e
bastoncini per chi ne è sprovvisto
Info e prenotazioni : info@naturalp.it o 3403653595

CLICCA DI SEGUITO PER IL PROGRAMMA INVERNALE COMPLETO

NaturAlp programma gennaio febbraio 2015

RELAZIONE ORCOBLOCCO 2014

Va in archivio la prima edizione di Orcoblocco,  il raduno bouldering che ha rinnovato e ricordato a tutti che Ceresole Reale è collocata non solo nel “cuore” del versante piemontese del Parco Nazionale Gran Paradiso, ma anche in quella alta valle Orco ricchissima di massi e pareti da scalare, ancora da scoprire.

I 150 partecipanti al raduno sono diventati testimonial di un evento  che il prossimo anno si ripeterà con un sacco di novità proposte dai “Nuovi Orchi” tra i larici del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Il potenziale di questo luogo è apparso evidente di fronte alle prime salite lungo alcune fantastiche linee, da parte del team Rock Slave capitanato da Marzio Nardi. Lui stesso ha liberato uno spigolo dato 7C su uno dei sassi più significativi nell’area “Fonti”, dove l’estetica dei movimenti si spreca. Oltre a lui anche il giovane Lorenzo Carasio  ha dedicato qualche ora alla pulizia e prima salita di Bocadillo en cala figuera (7B) sul fantastico masso Ceresole Royal.

Di Orcoblocco resta anche la prima guida bouldering della Valle dell’Orco con le accurate descrizoni di tutti i 160 passaggi puliti e messi a disposizione dei climbers. L’opuscolo, al costo di 10 euro, si può trovare al Rifugio Massimo Mila.

  • La Guida Orco Boulder 2014 è disponibile presso il Rifugio Massimo Mila al costo di 10€. Qualora foste interessati a riceverla senza il ritiro presso il rifugio prego di contattarci anche via mail (rifugiomila@gmail.com)
  • Disponibile anche la Maglietta OrcoBlocco con la sacca Ferrino al prezzo di 10€. Ritiro presso il Rifugio oppure, su richiesta, presso il negozio Mountain Sicks di Rivarolo, o B-Shop di Torino.

SETTIMANA DEL VERDE SPORT VERTICALE RIFUGIO MASSIMO MILA

SETIMENE-VERDE-RIFUGIO-MASSIMO-MILA

 

SETTIMANA VERDE PER BAMBINI…
SPORT VERTICALE NEL PARCO DEL GRAN PARADISO
DAL 9 AL 13 GIUGNO 2014

 

 

1- DOVE SI SVOLGERA’ IL LABORATORIO E COSA PREVEDE
Il laboratorio di arrampicata si svilupperà presso la falesia del parco naturale del gran paradiso.
Prevederà un programma di:
brevi vie di montagna , un percorso teorico-pratico di manovre in corda , escursioni mirate per godere della flora e della fauna del luogo; a caccia di stambecchi e marmotte e tanti giochi come la slack-line la caccia al tesoro e i tirolesi sui torrenti.

2- COSTI DEL PACCHETTO
Per i bambini iscritti alla palestra B-Side e Palabraccini il Costo è di 280 € comprensivo di :
Pensione completa (con colazione, pranzo al sacco durante le escursioni, cena e pernotto).
Della supervisione in ogni attività dalla guida alpina Adriano Trombetta. L’assicurazione che copre ogni attività svolta e il materiale fornito dall’organizzazione , il materiale individuale ( scarpette, imbrago e casco)  per chi non lo possedesse verrà noleggiato per un piccolissimo sovrapprezzo di 10 euro per tutta la settimana.

3- DOVE SI ALLOGGIA
Il tutto alloggiati presso il rifugio Massimo Mila posto in uno degli angoli piu’ incantevoli del Gran Paradiso.
Visita il sito WWW.RIFUGIOMILA.IT

4- CONSIGLI PER LO ZAINO
E” consigliato un abbigliamento adeguato ai climi di montagna variabili dal caldo al freddo: uno zaino sportivo, dei pantaloni corti e lunghi, un pile , un guscietto in goretex (Kway) e per chi li avesse scarponcini da trekking… e chi più ne ha più ne metta. Il rifugio fornisce le lenzuola e le coperte necessarie, mentre la toilette individuale ( salviette e bagnoschiuma) sarà a discrezione dei partecipanti.

5- A CHI E’ RIVOLTO
E” rivolto ai bambini dai 9 ai 12 anni ( e limitrofi) che siano già stati introdotti all’arrampicata.

6- ISCRIZIONI
Devono pervenire entro e non oltre venerdì 7 giugno presso: GA Adriano Trombetta E-Mail: adriano@guidelatraccia.com
Cell: 347-8935556

Colle d’Oin (3180 m)

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Ceresole Reale – Chiapili di Sopra – 1667 m
ESPOSIZIONE: NE – N
PERIODO FAVOREVOLE: febbraio – maggio
DISLIVELLO:  1500 m ca
DIFFICOLTÀ’:  MS
TEMPO DI SALITA:  3 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Se affrontata nel momento giusto è di sicuro una delle sciate più belle e soddisfacenti dell’alta Valle Orco.Necessita nevi sicure.

SALITA:

Ci sono 2 possibilità di salita, a seconda del fatto che la strada fino al lago Serru sia aperta o chiusa. Generalmente nei periodi migliori per questa scialpinistica, la strada per il Serru è chiusa (prima del 15/5). Di conseguenza si può salire direttamente dal vallone del Carro. Noi ad esempio abbiamo seguito la traccia che porta alla cima del carro e abbiamo deviato a destra poco prima dell’ultimo pendio, in direzione del Colle d’Oin. Si può in alternativa salire direttamente dal ghiacciaio del Carro, quindi puntato a destra dal fondo del vallone, e risalendo tutto il pendio che porta al colle d’Oin. Se invece la strada per il Serru è aperta si può salire la morena dietro al lago e passare dal Colle della Capra e in breve al pendio terminale dell’Oin.

DISCESA:

Scendere direttamente il fantastico plateau fino al fondo del vallone del Carro. Sono presenti vari canali da valutare in base alle condizioni

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

Ghiacciaio di Nel ( 3000 m ca.)

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Ceresole Reale – Chiapili di Sotto – 1667 m
ESPOSIZIONE: E – NE – N
PERIODO FAVOREVOLE: febbraio – aprile
DISLIVELLO:  1300 m ca
DIFFICOLTÀ’:  BS
TEMPO DI SALITA:  3 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Scialpinistica che si svolge sui magnifici pendii che dal sentiero estivo per il rifugio Jervis, portano fin sotto le pareti nord del gruppo delle Levanne. Necessita neve sicura in quanto la discesa si svolge su ampi pendii esposti.

SALITA:

Da Chiapili di Sotto (skilift) seguire il sentiero che porta al rifugio Jervis. Dopo lo strappo iniziale sopra lo skilift, il sentiero prosegue dolcemente in costa fino al piano dell’Alpe Giassetti (1800 m ca). Deviare verso destra, attraversare il Rio di Nel e risalire il versante opposto puntando a un ripido e stretto canale che porta all’Alpe le Rive. Proseguire prima per pineta e poi costeggiando la costiera dell’Uja fino a giungere al termine di una morena che si risale lungo la sua spalla sinistra. Terminata la morena continuare in direzione degli ultimi pendi che terminano sulla parete nord della Levanna Occidentale.

DISCESA:

Scendere direttamente sui bellissimi ampi pendii fino a ricollegarsi con l’itinerario di salita.

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

Punta Basei (3338 m)

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Ceresole Reale – Chiapili di Sopra
ESPOSIZIONE: tutte le esposizioni (il pendio della cima è orientato a N – NE)
PERIODO FAVOREVOLE: marzo – giugno
DISLIVELLO:  1600 m
DIFFICOLTÀ’:  MSA
TEMPO DI SALITA:  4 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Una delle salite classiche dell’alta valle. Generalmente si aspetta l’aperta della strada almeno fino al lago del Serru. Ma con una bella giornata e un pò di buona volontà si possono anticipare i tempi e salire da Chiapili.

SALITA:

Da Chiapili raggiungere il lago Serru e proseguire fino al lago dell’Agnel. Raggiungere l’evidente canalone dell’Agnel sul versante nord del lago. Risalirlo fin dove possibile con gli sci. Una volta raggiunta la valletta pianeggiante oltre il canale, se le condizioni della neve lo permettono, si può risalire direttamente il pendio (di fronte) che porta sotto l’ultimo pendio prima della vetta. In alternativa si può aggirare sulla destra il pendio e risalire la valletta incorniciata dalle cascate della Basei. Raggiunto l’ultimo pendio risalirlo facilmente piegando decisamente a sinistra verso la vetta. Lasciare gli sci pochi metri sotto la cima e proseguire a piedi per roccette e corde fisse fino alla croce della vetta.

DISCESA:

Per l’itinerario di salita. Magnifico il primo pendio di discesa.

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

Cima Bellagarda (2900 m) – Canalone Nord

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Ceresole Reale – Borgata Lilla
ESPOSIZIONE: N, NO
PERIODO FAVOREVOLE: gennaio – aprile 
DISLIVELLO:  1600 m
DIFFICOLTÀ’:  MSA
TEMPO DI SALITA:  4 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Bella e impegnativa salita sul versante Nord della Bellagarda. Il lungo canalone nord porta direttamente in vetta. La vista mozzafiato su tutta l’alta valle Orco ricompensa la fatica della salita. Discesa di grande soddisfazione.

SALITA:

Dalla pista di pattinaggio (Borgata Lilla) prendere il sentiero estivo che porta ai laghetti della Bellagarda. Una volta giunti sul pianoro dei laghi alpini, traversare lungamente verso destra fino a giungere alla base dell’ampio canalone Nord. Risalirlo fin dove possibile con gli sci. Salendo il canale si stringe diventando più ripido (45°). Una volta usciti dal canale, la vetta dista poche decine di metri.

In alternativa (forse più comodo) si può partire dalla diga e salire dal sentiero estivo che porta al colle della Crocetta. Una volta usciti dai boschi deviare a sinistra per ampi pendii in direzione dell’evidente canale.

DISCESA:

Lungo il canale. Prima parte più ripida poi pendenze costanti sui 40° – 45°. Una volta usciti dal canalone si può decidere di scendere per l’itinerario di salita (sconsigliato in quanto si dovrebbe ritraversare a lungo verso destra), oppure si potrebbe scendere dritti nel vallone sottostante la parete nord della Bellagarda. Questa ultima opzione garantisce una sciata più lunga e divertente. Attenzione nella parte bassa ai numerosi salti di roccia.

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

CORSI DI SCI DI FONDO ED INTAGLIO

Il rifugio Massimo Mila

in collaborazione con Marco Rolando organizza:

 

banner-diretta-orizzontale

 

–  CORSI DI SCI DI FONDO

–  CORSI DI INTAGLIO DEL LEGNO

–  SPECIALE SCUOLE CORSO DI INTAGLIO DEL SAPONE

–  USCITE DI NORDIC WALKING PER L’ESTATE

 PER INFORMAZIONI

0124/953230

340/5752656

Cima delle Fasce – 2854 m

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Chiapili di Sotto 1667 m.
ESPOSIZIONE: NO, O, NE
PERIODO FAVOREVOLE: gennaio – aprile 
DISLIVELLO:  1190
DIFFICOLTÀ’:  BS
TEMPO DI SALITA:  4 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Simpatica cima posta proprio di fronte all’imponente gruppo delle Levanne. Nonostante sia una salita tipicamente invernale, difficilmente è in condizione a causa dell’esposizione costante ai venti da nord, che spesso la rendono povera di copertura nevosa. Più facile trovarla in buone condizioni in caso di abbondanti nevicate primaverili.

SALITA:

Raggiungere il rifugio Jervis (2250 m) ed attraversare tutto il grande piano retrostante il rifugio. Aggirare un promontorio sulla destra e proseguire nel vallone fino al suo termine. Puntare verso l’evidente passo del Nel (destra orografica) fino a giungere alla base del bel pendio che porta, con alcuni tratti un pò ripidi, alla Cime delle Fasce.

DISCESA:

Per l’itinerario di salita.

 

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

Cima del Carro 3326 m

LOCALITÀ’ di PARTENZA:  Chiapili di Sotto 1667 m.
ESPOSIZIONE: N, NE
PERIODO FAVOREVOLE:  aprile – giugno
DISLIVELLO:  1660
DIFFICOLTÀ’:  BS+
TEMPO DI SALITA:  3 – 4 ore
CARTOGRAFIA:  IGM F. 41 tav. Colle del Nivolet, MU F. 08; IGC F. 3; ESCUR F.14                 

Visualizza il PERCORSO

Una delle classiche scialpinistiche della valle dell’Orco. Necessita di neve ben assestata e offre a chi sappia scegliere il momento giusto, una discesa veramente bella.

SALITA:

Si parte dalla frazione di Chiapili di Sopra; non appena si raggiunge il bivio per il vallone del Carro deviare a sinistra e percorrere il vallone nella sua interezza fino alle morene situate al termine della valle. Risalirle nella parte sinistra per poi deviare decisamente a destra per un lungo traverso, in direzione del Carro. Una volta raggiunto il ripido ghiacciaio del Carro affrontarlo direttamente nella sua parte destra. Raggiunta la bella conca glaciale, continuare verso sinistra e facilmente in vetta.

DISCESA:

La discesa può variare molto a secondo delle condizioni della neve. Noi siamo scesi più o meno seguendo l’itinerario di salita, discendendo però la morena centrale e non quella di salita. Bella neve per più metà discesa, prima polvere, poi neve ben trasformata; ovviamente più molle a fondo valle.

Relazione a cura dei gestori del rifugio Massimo Mila

← Older
1 2